Logo | Metodo InForma
la pasta senza glutine fa ingrassare

La pasta fa ingrassare? Ecco la realtà dei fatti

La pasta fa ingrassare? Diamo una risposta concreta ad uno dei quesiti più gettonati in ambito culinario nel nostro paese.

La pasta è sicuramente uno dei cibi più amati in Italia, una vera istituzione culinaria apprezzata in tutto il mondo e che rappresenta la pietra miliare della nostra alimentazione mediterranea. Tutto questo grazie alla miriade di formati, tipologie di grano, ma anche alle tantissime ricette che si possono preparare con qualsiasi ingrediente in ogni regione dello stivale.

Eppure, nonostante in moltissimi la considerino una vera e propria delizia, c’è chi sostiene che sia uno dei principali responsabili di aumento di peso, o comunque l’origine principale della difficoltà nel perdere i kg di troppo. Ma qual è la verità? Quali sono le reali responsabilità in ambito dieta? Scoprilo in questo articolo!

Mangiare pasta tutti i giorni fa ingrassare?

Un buon piatto di spaghetti rappresenta una delle pietanze più iconiche della cucina nostrana, e per molti è anche quello preferito. Ma, come abbiamo appena accennato, può anche causare aumenti di peso indesiderato.  Si tratta infatti di un alimento riconducibile alla categoria dei carboidrati, caratterizzato da un notevole indice glicemico e da un apporto calorico medio alto, con circa 350 cal ogni 100 gr di pasta (escluso condimento).

la pasta fa ingrassare

Quindi possiamo tranquillamente affermare che la pasta fa ingrassare soltanto in occasione di un consumo smisurato in relazione ai propri obiettivi e alle proprie necessità, e soprattutto se non si presta attenzione alle porzioni che si mettono a tavola. Difatti, se consumata in moderazione e insieme ad altri alimenti sani, può addirittura aiutare a mantenere il peso forma. La chiave è mangiarla nella giusta proporzione e fare in modo che sia solo una parte di un’alimentazione sana e variegata.

Oltretutto può essere consumata in molti modi diversi, quindi è importante trovare il modo giusto per prepararla in modo da sfruttarne al meglio i benefici (dai un’occhiata qui per vedere alcune delle nostre appetitose ricette).

Quale tipologia scegliere e quale no

Come abbiamo detto in più occasioni il segreto per dimagrire è quello di andare in deficit di calorie, optando magari un tipo di pasta che non fa ingrassare. Ecco quindi alcuni suggerimenti utili a riguardo:

  • Non superare mai le porzioni indicate in base al proprio stato di forma. Ad esempio 80-100 grammi per chi non ha problemi di peso o non ha bisogno di dimagrire, con le quantità da ridurre ulteriormente se devi perder peso. Nel caso in cui se ne consumasse troppa, incrementerà il consumo calorico totale e si ingrasserebbe molto più facilmente;
  • Prediligere quella integrale o quella di grano duro, essendo molto più ricca di fibre (che aiutano a mantenere il corpo sano e aiutare a controllare il peso) e con un indice glicemico inferiore rispetto a quella di grano tenero. Tale soluzione consente di mantenere stabili i livelli di zucchero nel sangue, a non ingrassare e a non far innalzare i livelli di insulina;

tipo di pasta che non fa ingrassare

  • Condirla con ingredienti magri, come sugo di pomodoro o verdure. Evitare di aggiungere quelli grassi (i saturi), come la pancetta o il burro:
  • Se si è a dieta, è meglio non consumare pasta ogni giorno e scegliere invece altri alimenti come la carne magra o il pesce, che sono più ricchi di proteine ​​e hanno un minor contenuto di carboidrati.

Vuoi mangiare con gusto ma senza prendere peso? Sei nel posto giusto

Abbiamo visto che la pasta fa ingrassare solamente in determinate situazioni, e quindi è possibile integrarla in maniera controllata all’interno del proprio regime alimentare, ancora meglio se ci nutriamo con alimenti sani e di qualità come quelli presenti all’interno del nostro e-commerce.

Puoi scegliere tra una vasta gamma di formati di pasta integrale e a ridotto contenuto glicemico, senza rinunciare quindi al piacere della tavola. Cibi a basso apporto calorico  e con un tenore glicemico più basso rispetto a quelli realizzati con il grano tenero e che aiutano a mantenere stabili i livelli di zucchero nel sangue, e di conseguenza a non ingrassare.

In conclusione, possiamo dire che la pasta può essere consumata anche se si è a dieta, ma è importante prestare attenzione alle porzioni e condirla con ingredienti magri. Scegli una dieta sana ed equilibrata e inizia un percorso di dimagrimento con i nostri programmi davvero efficaci e in grado di portare risultati concreti.

SCOPRI COME TORNARE E MANTENERTI IN FORMA

Categorie prodotto

Alcuni dei nostri prodotti

POST CORRELATI

Entra nella nostra Community

Confrontati con chi ha provato il Metodo sul nostro gruppo Facebook con oltre 35.000 iscritti